2019/ Gen – IL SEME HA DATO I FRUTTI – Il Granatiere – Amici del Cuore di Portogruaro Onlus

2019/ Gen – IL SEME HA DATO I FRUTTI – Il Granatiere

IL SEME HA DATO I FRUTTI – Il Granatiere

Rientrando a casa paterna ho avuto occasione di leggere una rivista “Il GRANATIERE” (n. 3/2017) nella quale vi era una commemorazione sulla scomparsa di mio padre. Ringrazio per l’attenzione data a un Granatiere “fino all’osso” che nella sua Presidenza della Sezione di Portogruaro ha manifestato, unitamente ai colleghi, lo spirito e l’orgoglio dell’Associazione, creando occasioni non solo di rievocazione e conviviali, ma anche – e non secondario – di vicinanza e di solidarietà, soprattutto nei momenti più difficili, a colleghi o ai loro familiari. È vero, come riportato nella citata commemorazione, papà aveva un concreto e radicato senso di servizio e solidarietà, che manifestava con disponibilità e iniziative mirate, che ho ritrovato come indirizzo anche all’art. 2 dello Statuto relativo agli scopi dell’Associazione. Con l’avanzare degli anni ed il venir meno delle forze necessarie all’impegno richiesto per la gestione dell’Associazione e con l’assenza di nuove leve, d’intesa con i colleghi Granatieri e grazie al supporto in precedenza dato dal Gra. Cav. Avv. Giovanni Forner, papà decise di sostenere un’ultima iniziativa di interesse sanitario della collettività, proposta dall’Associazione Amici del Cuore di Portogruaro.
Il progetto mirava all’acquisto di una apparecchiatura di monitoraggio cardiaco, per una maggiore prevenzione e tutela della salute della popolazione interessata. La Sezione dei Granatieri, considerando la validità del progetto, ha inteso – come primi finanziatori – di sostenerlo per stimolare ulteriori donazioni necessarie all’attuazione dello stesso. L’obiettivo di far crescere “il seme” per rendere possibile, nell’ambito locale, la dotazione di una moderna apparecchiatura di monitoraggio telematico e intervento per comuni disfunzioni cardiache è stato raggiunto!
Il seme ha dato i suoi frutti lo scorso ottobre con il completamento e la presentazione, nella sede comunale di Portogruaro, del progetto TESEOInnovazione digitale per la salute del cuore” e con l’avvio da parte della struttura sanitaria di una innovativa modalità di assistenza digitalizzata post-ospedaliera agli infartuati.
A ricordo del contributo che il Corpo dei Granatieri ha fornito storicamente e ancora oggi continua a fornire al nostro Paese, anche nelle missioni estere, un’ulteriore indelebile iniziativa che papà, in rappresentanza dell’Associazione locale, ha per anni fortemente sostenuto è stato l’inserimento nella toponomastica di Portogruaro di una “Via dei Granatieri”, a ricordo del valoroso impegno che tale Corpo ha manifestato verso il nostro Paese.
Quanto sopra è stato reso possibile grazie all’essenza e alla semplicità con cui papà affrontava la vita, con spirito di servizio sintetizzato nel suo motto, fino alla fine sostenuto, “avanti sempre” con ottimismo e caparbietà e senza clamore.
Per questo e per l’esempio di solidarietà senza clamore manifestato e presente anche nello spirito dei Granatieri e loro amici, ho ritenuto di rendere noto quanto realizzato con volontà e laboriosità dalla Sezione dell’Associazione dei Granatieri di Portogruaro, ora purtroppo disciolta per il venir meno di molti soci e per l’assenza di nuove leve.
PAOLO CESCO

IL GRANATIERE (Anno LXXII. N. 4 Ottobre-Dicembre 2018)
Organo Ufficiale della presidenza dell’Associazione Nazionale Granatiere di Sardegna